14 Maggio 2016 A Roma per il Giubileo della Misericordia

la nostra Famiglia Reale la nostra Famiglia Reale

 

Bellissimo pomeriggio quello di sabato 14 maggio, vigilia della Pentecoste, vissuto con oltre mille altri pellegrini a Roma, nella magnifica Basilica Petrina.

Fratelli e Sorelle del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, della Fondazione Francesco II di Borbone, del Movimento Neoborbonico, dei Comitati Due Sicilie, di altri gruppi dell'immenso cosmo meridionale e tanti altri amici, che si riconoscono uniti nel segno dell'unico simbolo reale della nostra memoria e della nostra storia, la Real Casa dei Borbone-Due Sicilie.

 

 

A questo stupendo evento, organizzato dal Gran Magistero Costantiniano in occasione del Giubileo della Misericordia, ci ha invitati lo stesso Gran Maestro e Capo della Real Casa dei Borbone Due Sicilie, il nostro amato Principe S.A. Reale Carlo, Duca di Castro, unitamente alla sua Regale Famiglia.

La Famiglia Reale durante la celebrazione La Famiglia Reale durante la celebrazione

 Dopo esserci tutti raccolti intorno all'Augusta Famiglia, ci siamo recati processionalmente verso la Basilica, attraversando la Porta Santa, e con grande raccoglimento abbiamo partecipato alla solenne celebrazione della Santa Messa della Pentecoste, presieduta da S.E. Rev.ma il Cardinale Renato Raffaele Martino, Gran Priore dell'Ordine Costantiniano e concelebrata da S.A.R. don Alessandro di Borbone e altri sacerdoti.

 

 

 

Momento della Confermazione Momento della Confermazione

 

Bellissima celebrazione, durante la quale le auguste e splendidi Principesse Maria Carolina e Maria Chiara hanno ricevuto il Sacramento della Confermazione. Tutti abbiamo partecipato come testimoni a questo felice evento, onorati dell'invito ricevuto.

Com'era logico, questo stupendo evento promosso dal legittimo Capo della Real Casa Borbone Due Sicilie, sempre profondamente legato e obbediente al Romano Pontefice, non è stato celebrato in una delle altre basiliche romane, ma si è svolto proprio sulla tomba del Principe degli Apostoli e all'Altare della Confessione in San Pietro, dove numerosi abbiamo ancora espresso la nostra fede e la nostra identità: un solo Dio, un solo Re!

S.A.R. il Principe Carlo di Borbone S.A.R. il Principe Carlo di Borbone

 

Proprio durante la celebrazione S.A. Reale il Principe ha dato un annuncio di grande novità, forse un tantino controcorrente e che lascerà alcuni interdetti, ma che ci piace pensare coraggioso e determinato, che lascia speranza e vitalità per il futuro della Real Casa. Certamente S.A.R. prima di prendere questa decisione ci ha riflettuto e avrà sentito il parere di studiosi e giuristi, e allo stesso tempo avrà anche informato e sentito il parere degli altri membri della Regale Famiglia, le sue sorelle e i diversi cugini del ramo napoletano, rifacendosi in tutto ad una delle prammatiche di Re Carlo III di Borbone.

Questa novità coraggiosa e determinata è quella di aprire la strada della successione alle sue due magnifiche figlie. Nulla di così grave, pensando che la società odierna non fa più alcuna differenza esistenziale e di uguaglianza tra il sesso maschile e femminile. E anche pensando che in casa Borbone molte Regine sono state illuminate e grandi. Ci veniva di pensare che anche Carlo III, Re saggio e illuminato, in tempi diversi dai suoi avrebbe potuto fare la stessa scelta. Inoltre il pensiero è andato anche a Ferdinando I delle Due Sicilie, Re anticonformista e altrettanto illuminato come suo padre, che insieme alla sua audace Regina Maria Carolina, nel bellissimo e moderno Codice di San Leucio, promuove i diritti della donna sia nel campo della primogenitura, che dell'eredità e della scelta matrimoniale.

 

Dunque coraggio e anticonformismo non sono mai mancati nell'illuminata Famiglia dei Borbone Due Sicilie.

Con S.A.R. la Principessa Beatrice Con S.A.R. la Principessa Beatrice

Durante questo felice incontro,  siamo stati lieti di incontrare, oltre che S.A.R. il Principe Carlo, nostro naturale e onorario Presidente, insieme alla sua augusta sposa la Principessa Camilla e le due splendide Principessine Maria Carolina e Maria Chiara, la sempre amata Principessa Beatrice, che come sempre ci dimostra la sua attenzione e amicizia.

 

Don Massimo Cuofano e don Luciano Rotolo, insieme a Umberto Sofia Crescenzi, Presidente dell'Associazione il Conte, che ha aderito alla nostra Fondazione, si sono fermati in colloquio con S.A.R. la Principessa e per una foto di circostanza.

 

La Principessa ci ha incoraggiati a continuare il nostro impegno, che segue con interesse e piacere.

Da parte nostra continuiamo a restare fedeli al Duca di Castro, con gli stessi sentimenti che proviamo verso la figura di Re Francesco II di Borbone, e con lo spirito e l'amore di sempre continueremo a cantare: Iddio conservi il Re.... viva Carlo il Re!

 

E un domani non avremo timore di gridare: viva Maria Carolina la Regina.

 

Auguri alla Real Casa dei Borbone Due Sicilie e a tutto il nostro splendido popolo, e Iddio protegga sempre la vera Patria nostra. Amen!

 

Ma un augurio speciale e di cuore alle due splendide Principesse Maria Carolina e Maria Chiara, dal cui sguardo sprigiona la luce e la bellezza della nostra terra napoletana.

 

Iddio le benedica e protegga sempre.

Articolo del giornale "il Mattino" a cura del giornalista Gigi Di Fiore

Ma un Regno che vive sempre nella nostra memoria, nel cuore e nell'amore                                alla nostra Bandiera e alla nostra vera Patria Ma un Regno che vive sempre nella nostra memoria, nel cuore e nell'amore alla nostra Bandiera e alla nostra vera Patria

Articolo del giornale Le Figarò