8 DICEMBRE 2017: S.MESSA DELLE BANDIERE DELLE DUE SICILIE IN OCCASIONE DELLA FESTA DI MARIA SS.ma IMMACOLATA, PATRONA SPECIALE DEL REGNO DELLE DUE SICILIE

la S. Messa delle Bandiere 2016, celebrata a Polignano a Mare la S. Messa delle Bandiere 2016, celebrata a Polignano a Mare

Anche quest'anno la Fondazione Francesco II di Borbone

invita tutti i suoi amici e simpatizzanti a rivivere l'antico Rito della Benedizione delle Bandiere delle Due Sicilie,

in occasione della Festa di Maria SS.ma Immacolata,  Patrona dell'antico Regno. 

 

Si svolgerà a Bari, sede della Regione Puglia

che nei mesi scorsi ha votato a favore dell'istituzione di una Giornata della Memoria per le vittime del risorgimento.

 

La Madonna Immacolata è speciale Patrona dell'antico Regno delle Due Sicilie e nella giornata della sua festa si usava benedire le Bandiere Nazionali. 
Questa antica tradizione è stata riportata alla luce da alcuni anni ed è diventata occasione di riappropriazione storica e culturale del nostro passato,

quando non si era sud e meridionali ma mediterranei. 

 

Quest'anno la manifestazione si terrà a Bari.

L'appuntamento è per le ore 10:00 in Largo Chiurlia (nel borgo antico);

alle ore 11:00 sarà celebrata la S. Messa a cura della Fondazione Francesco II e a seguire, sempre in Largo Chiurlia,

ci sarà la Benedizione di tutte le Bandiere del Regno delle Due Sicilie. 


Prevista anche la presenza del Drappello Storico dell'Esercito di Terra delle Due Sicilie

che effettuerà una passeggiata per le vie del centro cittadino.


Per chi lo desidera c'è anche la possibilità di fermarsi a condividere un momento comune con il pranzo:

in tal caso è necessario prenotarsi presso il Michele Ladisa (Segr. del Mov. Duosiciliano), chiamando il num. 349 8647395.


Nel pomeriggio è stato anche previsto un momento d'incontro e di scambio,

prendendo spunto da una nuova pubblicazione sulla resistenza che i duosiciliani opposero ai piemontesi nel 1861.

 

Sarà presente un gazebo informativo e bancarelle con bandiere e gadgets legati all'esperienza storica del Regno delle Due Sicilie.


La manifestazione ha carattere unicamente storico, culturale e religiosa;

si propone come occasione di riscoperta per eventi e realtà dimenticate della nostra terra.

 

Tutti sono invitati a partecipare.